IN 30 SECONDI

Studi spagnoli e americani stanno dimostrando che esiste un collegamento tra sensibilità/intolleranza al glutine (in particolare nelle forme non celiache) e i sintomi della sindrome di tourette, soprattutto i tic e i disturbi ossessivo compulsivi.

BIOGRAFIE IN 3 SECONDI

Georges Albert Édouard Brutus Gilles de la Tourette

(1857 – 1904) 
Medico francese, nel 1884 descrive per la prima volta i sintomi quella che definisce la “malattia dei tic”.

Areteo di Cappadocia

(medico greco antico)
Esercitò a Roma, probabilmente nel II sec. d.C. A lui si deve la prima descrizione della celiachia (oltre che la definizione del termine ‘diabete’).

La sindrome di Tourette e la sensibilità al glutine, in particolare non celiaca, potrebbero essere correlate?
Un team di ricercatori ha recentemente deciso di valutare l’efficacia di una dieta priva di glutine in pazienti con sindrome di Tourette (GTS). Il team di ricerca ha quindi valutato i progressi di 29 pazienti che hanno partecipato ad uno studio prospettico, partendo dall’ipotesi che la sindrome di Tourette e la sensibilità al glutine non celiaca (NCGS) possano essere correlate.

Sono stati quindi valutati i progressi dei pazienti dopo un anno di dieta priva di glutine. 

Per stabilire una base di condizioni, il team ha utilizzato una serie di questionari, tra cui YGTSS, Y-BOCS/CY-BOCS e GTS-QOL, che hanno poi confrontato prima e dopo la dieta priva di glutine. 

I questionari YGTSS misuravano la tipologia, frequenza e intensità dei tic, mentre i questionari Y-BOCS/CY-BOCS misuravano l’intensità e la frequenza del disturbo ossessivo compulsivo. Il gruppo di studio comprendeva 23 bambini e 6 adulti (di cui il 74% dei bambini e il 50% degli adulti maschi). 

All’inizio dello studio, quasi il 70% dei bambini e il 100% degli adulti presentavano un disturbo ossessivo compulsivo (NS). Entrambi i gruppi hanno mostrato sintomi frequenti di NCGS, con quasi la metà dei bambini e l’83,6% degli adulti che segnalavano episodi frequenti di mal di testa. 

Dopo un anno di dieta priva di glutine, sia i bambini sia gli adulti hanno mostrato una sostanziale riduzione dei tic (YGTSS), una riduzione dell’intensità e della frequenza del disturbo ossessivo compulsivo, insieme a un miglioramento delle misurazioni della qualità della vita. 

Questo studio ha dimostrato che sia i bambini che gli adulti con sindrome di Tourette e sensibilità al glutine non celiaca, che hanno seguito una dieta priva di glutine per un anno, hanno mostrato una significativa riduzione di tic e DOC.

Una dieta priva di glutine sembra ridurre i tic e il disturbo ossessivo compulsivo sia nei bambini che negli adulti con sindrome di Tourette e sensibilità al glutine. 

Naturalmente sono necessari studi più ampi per confermare questi risultati ma, nel frattempo, il numero di pazienti che sembrano migliorare con un regime dietetico senza glutine continua a crescere. 

Fonte: Pre prints – Immagine: shutterstock/bubutu

Clicca qui per leggere l’articolo “Lo stile alimentare può ridurre i sintomi della Sindrome di Tourette?”

ARGOMENTI COLLEGATI

PROTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Pin It on Pinterest

Skip to content

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi