IN 30 SECONDI

I tic motori e vocali sono i sintomi più evidenti della Sindrome di Tourette. Possono scomparire con l’età adulta ma possono anche permanere: in questo caso i trattamenti sono generalmente farmacologici e terapeutici ma anche alcuni particolari cambiamenti nella dieta possono aiutare a ridurre i sintomi. È utile ridurre gli zuccheri raffinati, evitare la caffeina (presente anche nel the), eliminare il glutine, aumentare l’assunzione di acidi grassi omega-3, assumere i corretti integratori alimentari.

BIOGRAFIE IN 3 SECONDI

George Gilles De La Tourette

Neurologo francese (1857-1904), descrisse per la prima volta la sindrome che ha preso il suo nome.

Tito Flavio Domiziano

Imperatore romano (51 – 96) è stato uno tra i primi casi documentati di Sindrome di Tourette.

Cosa sono i tic?

Sono movimenti ripetitivi, contrazioni e / o suoni e possono variare in frequenza e intensità nel tempo. La sindrome di Tourette è la diagnosi data quando sono presenti più tic motori e vocali da almeno un anno. Molti bambini con sindrome di Tourette o tic mostrano anche altri disturbi legati allo sviluppo neurologico come ADHD, disturbo ossessivo-compulsivo, difficoltà di apprendimento e disturbo dello spettro autistico. In questo articolo, descriveremo nel dettaglio alcuni interventi dietetici per i tic e la sindrome di Tourette.

 

I tic vanno via da soli?

Per alcuni bambini, i tic possono scomparire da soli nel tempo. In molti casi, la maggior parte dei tic maggiori si attenua quando raggiungono l’età adulta. Tuttavia, ci sono molti modi per ridurre la gravità dei tic poco dopo la loro comparsa.

Come si possono calmare o trattare i tic vocali e motori?

I trattamenti tipici includono farmaci psichiatrici e terapia di inversione delle abitudini. Mentre alcuni bambini migliorano con questi trattamenti, la maggior parte continua a lottare con i sintomi nel tempo. I farmaci utilizzati per i pazienti con tic possono causare significativi effetti collaterali negativi tra cui affaticamento, depressione, ansia, aumento di peso, diabete e disturbi del movimento permanenti.

I cambiamenti nella dieta possono aiutare a ridurre i sintomi della sindrome di Tourette?

Esistono ricerche sulla nutrizione come trattamento per molte condizioni dello sviluppo neurologico, ma pochi hanno considerato la nutrizione (o l’intervento dietetico) come trattamento per i disturbi da tic. I pochi casi di studio e documenti che sono stati pubblicati mostrano che il cibo ed i nutrienti possono avere un impatto positivo sui sintomi e indicano la necessità di studi su scala più ampia per esaminare questi problemi. Molti genitori e pazienti riferiscono miglioramenti nei tic e altri sintomi con vari cambiamenti nella dieta.

I genitori sono spesso interessati a esplorare opzioni non farmacologiche per i loro figli che effettivamente trattano le cause alla radice del disturbo senza effetti collaterali. Mentre aspettiamo che vengano condotti ulteriori studi in quest’area, ecco alcune strategie dietetiche supportate dalla ricerca che i genitori potrebbero voler prendere in considerazione per i bambini con tic:

 

Ridurre gli zuccheri raffinati

È stato dimostrato che lo zucchero peggiora notevolmente sintomi dei disturbi dello sviluppo neurologico, poiché causa instabilità della glicemia che può portare a sbalzi d’umore, disattenzione, iperattività e altro. La ricerca ha dimostrato che l’assunzione di zucchero aumenta la dopamina nel cervello, che quindi induce il cervello a ridurre la produzione di dopamina e la funzione dei recettori. Questo è un problema importante da considerare per i disturbi da tic, poiché sono associati a disfunzioni nel sistema della dopamina nel cervello. I bambini che consumano zuccheri più raffinati nella loro dieta possono sperimentare un aumento dei tic.

Ridurre o eliminare l’assunzione di zucchero raffinato è una strategia sicura e appropriata che si può adottare per valutare la risposta ai sintomi nei bambini.

Evitare la caffeina

La caffeina è uno stimolante comunemente presente nel caffè ma anche nel the e nelle bevande energetiche. È stato scoperto che gli stimolanti, compresi i farmaci stimolanti come il Ritalin, aumentano i tic in alcune persone. Uno studio sulle risposte riportate dagli adulti a cibi e bevande ha  scoperto che la caffeina ha peggiorato significativamente i sintomi dei tic. Si consiglia di limitare l’assunzione di caffeina nei bambini come raccomandazione generale di salute. Per i bambini con disturbi da tic, è saggio evitare la caffeina anche per l’impatto negativo che può avere sui sintomi.

Eliminare il glutine

La sindrome di Tourette in particolare, e più in generale i sintomi del tic, possono essere causati o esacerbati dal consumo di glutine anche quando non è presente la celiachiaLa celiachia e l’intolleranza al grano sono collegate a molte condizioni e sintomi neuropsichiatrici. Tuttavia, è ora riconosciuto che la sensibilità al glutine non celiaca è un problema più comune. Si tratta di una serie di sintomi causati o esacerbati dall’esposizione al glutine in persone che non hanno la celiachia o un’allergia al grano. Si stima che il 5-10% della popolazione sviluppi sintomi intestinali e neurologici legati al glutine senza risultare positivi per la celiachia. I sintomi sono molto simili alla celiachia e possono includere dolore addominale, sintomi dell’intestino irritabile, gonfiore, eruzioni cutanee, mal di testa e molti altri problemi neurologici.

Sebbene non ci siano studi su larga scala sulle diete prive di glutine in bambini o adulti con disturbi da tic, i risultati dei casi di studio pubblicati mostrano che una dieta priva di glutine può ridurre o eliminare i sintomi in alcuni bambini con tic. Sulla base dei rapporti dei genitori e degli studi di casi pubblicati, una prova di dieta priva di glutine ha senso nei casi in cui altri approcci non hanno migliorato i sintomi.

 

Aumentare gli acidi grassi Omega-3

Ci sono molti studi che mostrano i benefici di una maggiore assunzione di acidi grassi Omega-3 nei bambini con disturbi dello sviluppo neurologico. L’unico studio che è stato fatto fino ad oggi su bambini con Sindrome di Tourette ha mostrato un miglioramento dei sintomi correlati ai tic, sebbene non tutti i bambini abbiano sperimentato una riduzione dei tic. Data l’evidenza della ricerca che gli acidi grassi Omega-3 supportano la salute e la funzione del cervello nei bambini con una vasta gamma di sintomi neurologici, aumentare il consumo di Omega-3 è un approccio nutrizionale logico. Le fonti alimentari di acidi grassi Omega-3 includono alimenti come salmone, tonno, sardine, semi di lino, noci e manzo nutrito con erba.

 

Quali integratori aiutano con i tic?

Un’altra opzione di trattamento promettente per i tic è l’uso degli integratori alimentari. Alcuni degli integratori più efficaci per il trattamento dei tic sono il magnesio, la vitamina B6, il NAC (N-acetil L-cisteina).

 

Fonte: DrNicoleBeurkens – Immagine: shutterstock/Alexander Prokopenko

Clicca qui per leggere l’articolo “I tic della Sindrome di Tourette e 5 metodi naturali per alleviarli”

ARGOMENTI COLLEGATI

PROTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Pin It on Pinterest

Skip to content

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi